Utilizzando questo sito accetti l'uso di cookie per analisi e contenuti personalizzati. Approfondisci
News

News

News ed eventi Adveco e relativi al settore ferramenta

News

16.07.2020 Azienda

Come ravvivare il legno


Il bello di un materiale come il legno è che è vivo. E quindi un difetto come l'invecchiamento lo è solo in apparenza, perché di contro vuol dire che il legno può anche ringiovanire, se si usa un elisir di lunga vita. Esistono infatti molti prodotti utili a ravvivare il legno, l'importante è non dimenticarsi che questo materiale può avere una seconda possibilità.

Naturalmente bisogna escludere gli oggetti di legno trattati così male da essere irrecuperabili. La premessa necessaria per ravvivare il legno infatti è che non sia in condizioni precarie. Essendo materia viva, servono cura e manutenzione, o come minimo un'attenzione a non esporre il legno ad un ambiente ostile. L'usura e il tempo poi intervengono lo stesso, sia gli arredi antichi che quelli di più recente fattura perdono brillantezza e lucidità col passare degli anni, ma se la superficie non è irrecuperabile si può questo punto agire di conseguenza e ravvivare il legno.

Cosa serve per ravvivare il legno? Un panno di lana, la cera specifica, dei prodotti nutrienti specifici per il legno, una spazzola morbida e l'olio rosso per legno: contattaci per procurarti il tutto. Ma prima seguici: non procedere con un trattamento per riportare il legno alla sua lucentezza iniziale prima di un'accurata pulizia preliminare. È fondamentale che non ci sia polvere sopra la superficie di legno da ravvivare, né tracce di sporco eventuali: bisognerà spolverare i mobili con un panno, meglio se di lana. In alternativa utilizzare un panno cattura-polvere in microfibra: evitiamo invece gli strofinacci di cotone.

Ora possiamo procedere per ravvivare il legno: serve un prodotto apposito, ne esistono di vari tipi, il consiglio è che sia anche lucidante e nutriente. Sono ottime anche le cere in spray. Se il legno da ravvivare non è messo così male, altrimenti bisogna fare un passo indietro e passare su tutta la superficie uno strato di cera solida, disponibile in panetto o in tubo. Il prodotto dovrà agire asciugando per mezza giornata minimo. Poi con una spazzola a setole morbide si asporta la cera in più con movimenti circolari.

Rimedi fai da te e professionali per ravvivare il legno

L'olio rosso invece ravviva il colore del legno, oltre a ridurre i danni provocati dal calore e i graffi. Anche per lucidare con l'olio rosso, ci si deve aiutare con una pezza di lana. Se volete cimentarvi su un legno da prova, si può provare una miscela fai da te, che donerà lucentezza, esalterà le naturali venature del legno e rimuoverà gli aloni: una parte di aceto bianco (oppure dell’aceto di mele per un odore più delicato) e tre parti di olio di oliva (in alternativa va bene anche l’olio di semi di lino), mischiate e poi applicate al legno. Ma non è professionale: si tratta di un rimedio casalingo. Per consigli su quest'ultimo, contattaci. Ma contattaci anche e soprattutto per prodotti professionali: Adveco è specializzato nel legno.

 



Archivio news Come ravvivare il legno
Precedenti
Successive